Come e perchè cambiare offerta di luce e gas

I motivi principali per cui un cliente decide di cambiare tariffa, ovvero fornitore, sono essenzialmente la volontà di avere un concreto risparmio sulle bollette di luce e gas oppure l'insoddisfazione verso l'attuale compagnia energetica.

Per quanto riguarda l'adesione ad offerte più convenienti è opportuno che il cliente faccia periodicamente un piccolo studio di quanto spende e se il mercato, come spesso accade per motivi di concorrenza, offre di meglio. Ciò a maggior ragione tenuto conto che il recesso è possibile in qualsiasi momento ed avviene senza spese e penali. La comparazione si presta molto bene all'individuazione dell' offerta più conveniente rispetto alle proprie esigenze energetiche. A tal riguardo puoi utilizzare i nostri comparatori a lato per il confronto delle tariffe luce e delle tariffe gas.

In particolare se stai pensando di cambiare fornitore tieni presente i seguenti punti.

  1. Puoi avere un sensibile risparmio sulla spesa per luce e gas;

  2. il passaggio da una compagnia a un altra come già detto può essere esercitato quando si vuole e senza spese, ne nei confronti del fornitore entrante ne nei confronti di quello uscente. E' normalmente previsto a garanzia un deposito cauzionale (resitutito in caso di recesso) per modalità di pagamento diverso dall'addebito diretto. Inoltre è previsto contrattualmente un tempo di preavviso di massimo 30 giorni decorrenti dal mese successivo a quello di adesione, quindi resterai cliente della vecchia compagnia per almeno questo tempo;

  3. non sono previste interruzioni sulla fornitura, ne è necessario cambiare contatore.



Come fare richiesta di cambio tariffa

Se hai individuato un offerta più conveniente di quella attuale non ti resta che farne richiesta. Come farlo ? La modalità online è oggettivamente la migliore, permette infatti di consultare con tutta calma le condizioni economiche e contrattuali proposte. Ciò a differenza di altre modalità di adesione come per telefono se non addirittura mediante il porta a porta. In ogni caso per i contratti conclusi a distanza, come appunto l'online, hai 14 giorni dalla firma del contratto per esercitare il diritto di ripensamento ed annullare immediatamente la pratica.

In fase di richiesta oltre ai propri dati anagrafici è necessario indicare il codice che identifica univocamente la fornitura e che trovi indicato in bolletta. Stiamo parlando del codice POD per la luce e del codice PDR per il gas. Inoltre se scegli come modalità di pagamento l'addebito automatico in conto, oppure se il contratto prevede solo questo, ti sarà richiesto il codice iban del conto corrente, lo troverai nella tua area riservata oppure sull'estratto conto.

Inoltrata la richiesta il tuoi compiti sono terminati; sarà il fornitore entrante ad occuparsi di tutta la pratica per il passaggio, includendo la disdetta al fornitore uscente. L'ultima fattura per l'attuale tariffa dovrà includere anche la restituizione del deposito cauzionale eventualmente versato a suo tempo.

I tempi per il passaggio effettivo sono dell'ordine dei 50 giorni. Puoi inoltre monitarare lo stato della pratica nella tua area personale online oppure mediante il servizio clienti anche via social.